su Leggi sulla Formazione

Con la Delibera nr. 798 del 05.07.2013 pubblicata sul web il 12.07.2013 (formazione degli alimentaristi) la Regione Liguria ha prorogato al 30 giugno 2014 il termine per adeguarsi alla formazione della nuova disciplina degli alimentaristi e degli operatori del settore alimentare (tutti coloro che sono addetti alla produzione, preparazione, manipolazione e vendita di sostanze alimentari, destinato a venire in contatto diretto o indiretto, anche temporaneamente con gli alimenti).

proroga_05_07_2013_dgr_798

Con la circolare n. 21 del 10 giugno 2013 il Ministero del lavoro fornisce alcuni chiarimenti circa le attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori: formazione, requisiti dei docenti etc.

Acc_Stato_Reg_circ_21_10_06_2013_chiarim_addestram

Acc_Stato_Reg_circ_21_10_06_2013_chiarim_addestram_sintesi

Durante un convegno di aprile 2013 presso la Regione Toscana, l’ASL di Firenze ha bene evidenziato le corrette procedure e prassi per una adeguata organizzazione della formazione aziendale sulla sicurezza sul lavoro. Riportiamo integralmente l’ottimo lavoro eseguito che è anche di riferimento per chirimenti e modelli applicativi.

ASL_FI_formaz_lavorat_art_37_agg_04_2013

ASL_FI_addestram_lavorat_art_73_agg_04_2013

ASL_FI_vigilanza_controllo_formaz_agg_04_2013

Decreto 29 marzo 2013 adeguamento  alle  disposizioni  di   prevenzione   incendi   delle strutture ricettive turistico-alberghiere con oltre venticinque posti letto. Attestazione di Idoneità Tecnica.

DECRETO 29_03_2013 _chiarim_formaz_attività_turistiche

Con la Deliberazione della Giunta Regionale 29.06.2012 N. 793 (pubblicata sul BURL Mercoledì 25 Luglio 2012) è cambiata la formazione obbligatoria per tutti gli operatori destinati a venire in contatto, diretto o indiretto, anche temporaneamente, con gli alimenti (attività di produzione, manipolazione, somministrazione, confezionamento, deposito, trasporto, vendita ex HACCP).
L’obbligo della formazione del personale deve essere assolto entro 180 giorni dall’inizio dell’attività lavorativa o dalla data di assunzione, tranne che per i casi indicati nell’allegato.
Possono erogare la formazione solamente gli organismi formativi accreditati ai sensi della DGR 28/2010; le associazioni di categoria, anche tramite società e consorzi prevalentemente o totalmente partecipati, le Università, le Camere di Commercio; le AASSLL, nei confronti di associazioni o consorzi (o analoghi organismi) che rappresentino gruppi di imprese; direttamente le imprese alimentari con capacità formativa ed organizzativa interna adeguata.
Il corsi di aggiornamento della formazione degli addetti è previsto ogni cinque anni.
La formazione pregressa all’entrata in vigore del presente provvedimento,
purché documentata e ritenuta adeguata dagli operatori ASL che operano nell’ambito del Controllo Ufficiale, si ritiene valida a tutti gli effetti, ma deve essere aggiornata entro il termine di 3 anni dalla data di effettuazione della predetta formazione (qualora sia già trascorso un tempo superiore ai 3 anni alla data di entrata in vigore delle presenti linee di indirizzo, l’aggiornamento dovrà essere effettuato al massimo entro 12 mesi dalla data di pubblicazione della DGRL 793/2012).

DGRL 793_2012 Formaz HACCP Liguria

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano ha approvato, nel corso della riunione del 25 luglio 2012, un documento recante “Adeguamento e linee applicative degli accordi ex articolo 34, comma 2, e 37, comma 2, del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81, e successive modificazioni e integrazioni”. In tal modo si completa e chiarisce - attraverso l’identificazione di indirizzi uniformi a livello nazionale - il quadro di riferimento già delineato dagli accordi del 21 dicembre 2011 e si forniscono a tutti gli operatori e agli organi di vigilanza indicazioni essenziali per l’organizzazione, la realizzazione e la verifica di attività formative pienamente coerenti con la vigente normativa. Gazzetta Ufficiale n. 192 del 18/8/2012.

Linee_applicative_del_25_07_2012_accordo_stato_reg

La Conferenza permanente tra lo Stato e le Regioni ha approvato in data 22 febbraio 2012 i nuovi Accordi Stato-Regioni relativi alla formazione alla sicurezza indicati dall’art. 73, comma 5  del D. Lgs. n. 81/08. Gli accordi definiscono la durata, i contenuti e le modalità dell’addestramento obbligatorio da svolgere per l’utilizzo di macchinari, atterezzature e veicoli da lavoro speciali. La norma entra in vigore 12 mesi dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Acc_Stato_Reg_Attrezz_Lavoratori_22_02_2012

La Conferenza permanente tra lo Stato e le Regioni ha approvato in data 21 dicembre 2011 i nuovi Accordi Stato-Regioni relativi alla formazione alla sicurezza indicati dall’art. 34, comma 2 (datore di lavoro RSPP) e art. 37, comma 2 (lavoratori, dirigenti e preposti ) del D. Lgs. n. 81/08. Gli accordi definiscono la durata, i contenuti e le modalità della formazione da svolgere. La novità principale riguarda l’individuazione della durata della formazione in base al rischio dell’attività aziendale (basso, medio, alto), la possibilità di effettuare parte della lezioni in modalità e-Learning ed in ultimo l’aggiornamento continuo e permanente della formazione.

Gli accordi sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n. 8 del 11 gennaio 2012 ed entrano in vigore il giorno 15 dalla pubblicazione, ovvero il 26 gennaio 2012, ed è da tale data (26 gennaio 2012) che si calcola il periodo transitorio per le scadenze previste. Per ciò che attiene l’art. 37, in fase di prima applicazione, è dalla data del 26 gennaio 2012 che si calcolano i 12 mesi per i corsi di formazione formalmente e documentalmente approvati alla data di entrata in vigore dell’accordo per dirigenti e preposti, o 18 mesi dall’entrata in vigore per avviare alla formazione detti soggetti secondo le nuove disposizioni dell’accordo a partire dal 26 gennaio 2012, e perciò chi prima del 26 gennaio 2012 ha con documento scritto (avente data certa) programmato la conclusione di corsi di formazione per lavoratori, dirigenti e preposti entro il 26 gennaio 2013 può predisporre la formazione in modo non necessariamente e strettamente rispettoso di tutti i dettagli dell’accordo del 21 dicembre 2011, purchè appunto completi il percorso formativo entro il 26 gennaio 2013. Chi invece non si è avvalso di tale facoltà derogatoria, oppure dovrà formare neoassunti, avrà tempo fino al 26 luglio 2013 per completare il monte ore previsto dall’accordo 2011 per i diversi soggetti aziendali.

Acc_Stato_Reg_Formaz_DL_RSPP_21_12_2011

Acc_Stato_Reg_Formaz_Lavoratori_21_12_2011

Circolare nr. 20 del 29.07.2011 da parte del MILPS (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) che chiarisce, in base a quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 ed smi, come devono essere organizzati i corsi di formazione in collaborazione con Enti Bilaterali ed Organismi Paritetici.

Circ_20_29_07_2011_Organ_Paritet

Circolare del 23.02.2011 da parte del Comando Generale dei VVF che chiarisce, in base a quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 ed smi, come devono essere organizzati i corsi di formazione per l’aggiornamento  alle mansioni di Addetto alle Emergenze ed Antincendio.

agg_formaz_antincendio_circolare_23_02_2011

Interessante e completa edizione del Testo Unico D.Lgs.81/08 aggiornato al D.Lgs.106/09 e successive integrazioni e modificazioni sino a marzo 2011. L’edizione presentata è anche completa dei preziosi richiami alle sanzioni, dei richiami a successivi chiarimenti interpretativi nonché dei necessari allegati.

dlgs_106_09_corr_81_con_all_ti_03_11

Accordo in Conferenza di Stato e Regioni nr. 2429 del 26.01.2006 che prevede e da istruzioni in merito all’organizzazione dei corsi per il PIMUS, per i Lavori in Quota e per i Lavori su Piattaforme. Prima previsto come decreto attuativo della ex 626/94 e poi inserito come all. XXI del D.Lgs. 81/08.

accordo_stato_regioni_01_2006

Decreto Legislativo nr. 195 del 23.06.2003 ha previsto e stabilito per la prima volta in assoluto come dovevano essere organizzati i corsi per gli RSPP esterni del vecchio decreto della sicurezza sul lavoro (ex. art. 8 del D.Lgs. 626/94), poi ripreso ed integrato nel nuovo testo unico (art. 32 del D.Lgs. 81/08).

dlgs_195_accordo_stato_reg_06

Decreto Ministeriale nr. 388 del 15.07.2003 primo esempio di regolamentazione della formazione nel settore della gestione del primo soccorso aziendale. Sono definiti i programmi didattici dei corsi e per la prima volta viene inserito il concetto di aggiornamento permanente della formazione.

DM_388_15_07_03

Decreto del 10.03.1998 primo esempio di regolamentazione della formazione nel settore della gestione delle emergenze e prevenzione incendi. Rimasto tuttora in vigore in via transitoria anche con il Testo Unico D.Lgs. 81/08.

dm_10_03_98_prevenz_inc

Decreto del 16.01.1997 pubblicato sulla GU serie generale nr. 27 del 03.02.1997 ovvero il primo decreto attuativo dell’ex. DLgs. 626/94 col quale si fissavano le prime basi per la formazione obbligatoria degli RSPP, degli RLS e dei Lavoratori in generale. Rimasto in vigore in via transitoria anche con il Testo Unico D.Lgs. 81/08.

Decreto_16_01_1997

Lettera Circolare del Ministero del Lavoro nr. 154 del 19.11.1996 famosa per aver chiarito che coloro che entro il 31.12.1996 avessero effettuato la raccomandata AR ad ASL e Direzione Provinciale del Lavoro, potevano essere esentati dal frequentare la formazione prevista ed obbligatoria in qualità di datore di lavoro RSPP prevista dall’ex. art. 10 del D.Lgs. 626/94 (ora art. 34 del D.Lgs.81/08).

Circ_154_96_esonero_corso_rspp